• Giovanna d'Arco
Giovanna d'Arco

Giovanna d'Arco

Questa breve vita della Pulzella d'Orleans, è scritta con una prosa elegantemente arcaica, curata e luminosa come una mi niatura medievale. Mai come in queste pagine Belloc riesce a trasmettere, con la consueta sobrietà e senza indulgere alla retorica, l'esperienza affascinante e sconcertante della santità, della Fede pienamente vissuta. C'erano più motivi per cui Giovanna diventa l'oggetto della riflessione e dell'ammirazione devota di Belloc: lei è l'eroina della Fede e della libertà, una contadina che sfida la diffidenza dei grandi di Francia e dei nobili d'Inghilterra; lei richiama il Delfino, il principe ereditario, a far fronte ai suoi irrinunciabili doveri di fronte a Dio e di fronte al popolo francese; lei è la combattente per il diritto della Francia contro gli oppressori inglesi; lei affronta un'ingiusta accusa, un ingiusto processo, una morte ingiusta e terribile. Per Belloc Giovanna è un segno di contraddizione in una società ostile al cattolicesimo, Giovanna è la fede dei semplici, conservata con gioia e ardore da una ragazza di uno sperduto villaggio, povera ma dal cuore puro. Giovanna è, soprattutto, la donna della pietà, che non conosce paura. Vedi di più